Poltrona Manzù

1967

Poltrona Manzù

1967

Ecco il progetto della poltrona che insegue una comodità figlia di altre logiche, certo meno domestiche. Manzù immagina un vero e proprio sedile automobilistico, comodo e imbottito e dal segno autonomo, montato su una struttura metallica (con piantana centrale a cinque razze): soluzione, questa, scelta tra le tante immaginate.

Anche dopo la scomparsa di Manzù, in accordo con gli eredi, verranno previste altre varianti, una con struttura metallica a tre gambe, l’altra con molleggio a balestra (come sviluppo di un’idea dello stesso Manzù).

La “poltrona fisiologica”, messa a punto e prodotta da Alias, verrà presentata in anteprima mondiale al Salone Internazionale del Mobile di Milano 2011.



Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email Addthis